Master in Counselling della Gestalt Esperienziale©

 

Master biennale in Counselling – Livello Professionista
Il percorso per acquisire le abilità del Counselling

Riconosciuto dal CNCP (Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti)

 

Possono accedere al Master biennale in Counselling della Gestalt Esperienziale© gli allievi che hanno superato la prima annualità conseguendo il Diploma di Master Esperienziale in Comunicazione e Relazione.

Il percorso verte sull’apprendimento delle abilità relazionali specifiche del counselling di base e professionista.

Il contributo originale apportato dalla Gestalt Esperienziale consiste nella capacità del metodo di saper coniugare tre aspetti importanti della relazione di aiuto.

  1. Il primo aspetto riguarda la capacità del counsellor di “saper vedere il cliente” nell’accezione più ampia del termine, fino a conoscere la struttura e le dinamiche  di ogni singolo movimento del suo corpo. Il professionista formato secondo il metodo della Gestalt Esperienziale è allenato ad “osservare il cliente”, a saper cogliere una serie di segnali che hanno a che fare con il suo disagio, con le sue emozioni.
  2. Il secondo aspetto è rappresentato dal “saper ascoltare l’altro”. Questa capacità nasce da una sana attitudine del consulente a saper ascoltare e saper comunicare chiaramente, in modo diretto e autentico, non violento.
  3. Il terzo aspetto è legato alla capacità del counsellor di “saper osservare la relazione”, ovvero accorgersi di cosa succede all’altro nel “qui e ora” della relazione. Se ci accorgiamo che il cliente trattiene il respiro mentre ci parla, ad esempio, il professionista potrebbe riflettere lo stato d’animo riformulando la situazione con poche parole efficaci.

Obiettivi

Il percorso prevede che l’allievo acquisisca tutte le abilità e le competenze del Counselling Professionista, al fine di essere in grado di operare nell’ambito della relazione d’aiuto e di svolgere l’attività di Counselor.

Programma e Durata

Il Master in Counselling ha durata biennale ed è articolato in 20 weekend a cadenza mensile, per un totale di 650 ore. La frequenza delle attività didattiche è obbligatoria, pertanto le assenze consentite non devono superare il 15% del monte ore complessivo.

Primo Anno Counselling Base

Parte Teorica

  • Il Counselling secondo il metodo della Gestalt Esperienziale
  • Ruoli e funzioni del Counselling
  • Storia del Counselling e confronto con gli altri paesi
  • I contesti applicativi del Counselling
  • Studio delle metodologie e degli approcci al Counselling
  • Differenze tra Counselling e Psicoterapia
  • Psicologia di base

Parte Esperienziale e apprendimento delle Tecniche

  • Pratica esperienziale del colloquio
  • Pratica esperienziale sull’accoglienza del cliente
  • Pratica esperienziale e costruzione della relazione professionale
  • Pratica esperienziale sulla gestione del colloquio e del processo di Counselling
  • Pratica esperienziale sull’uso delle tecniche di colloquio
  • Pratica esperienziale sulla gestione delle emozioni
  • Pratica esperienziale per l’attivazione del cambiamento
  • Pratica esperienziale per l’attivazione del processo esplorativo
  • Pratica esperienziale per l’assimilazione del cambiamento
  • Pratica esperienziale sulle tecniche di chiusura della consulenza

Secondo Anno Counselling Professionista

Modulo introduttivo

  • Tecniche di comunicazione per il Counselling Professionista
  • L’esperienza relazionale co-costruita
  • L’incontro
  • I legami
  • L’intimità
  • Il riconoscimento
  • La fiducia
  • Il sostegno

Modulo sviluppo e carriera

Open Mind:
  • Il counselling Formativo
  • Il counselling Educativo
Open Heart:
  • Il counselling di coppia
  • Il counselling familiare

Il counselling creativo nei  gruppi

  • Counselling esperienziale e progettazione laboratoriale
  • Sostegno e sviluppo di abilità relazionali
  • Inclusione sociale e relazionale
  • Comunicazione e Relazione – Dialogo interculturale e interreligioso
  • Stare insieme oggi – superare la paura della solitudine e dell’isolamento
  • Come gestire i nuovi strumenti della comunicazione – Internet, social network, chat
  • I nativi digitali e gli stili d’apprendimento
  • Tecniche di risoluzione dei conflitti – l’arte di mediare
  • Intelligenza emotiva – pensare con il cuore

Modulo sulla progettazione

Seguendo il programma del modulo sulla progettazione, la scuola fornisce le linee guida per la definizione degli obiettivi e la stesura del progetto cosi come illustrato:

  • Definizione degli obiettivi
  • Stesura delle idee progettuali
  • Piano di fattibilità

Modulo strumenti e metodi

Il modulo consente di elaborare gli strumenti operativi necessari per sviluppare il progetto e, supportato dalla supervisione dei didatti della scuola, permette di:

  • Sperimentare concretamente il progetto
  • Verificare e analizzare i risultati ottenuti

Costruzione dell’identità professionale

  • Definizione dell’identità professionale e dello stile personale
  • Report sul tirocinio formativo o sui percorsi laboratoriali svolti in gruppo
  • Supervisione
  • Acquisizione degli aspetti deontologici della professione di counsellor

Metodologia

La metodologia della Gestalt Esperienziale si sviluppa su tre livelli teorico-pratici capaci di integrare il processo di crescita personale e lo sviluppo delle competenze professionali.

Il primo livello riguarda la presentazione e lo sviluppo dei concetti teorici previsti dal calendario accademico. Il secondo e il terzo livello pongono l’allievo in relazione con i percorsi pratici ed esperienziali. Tali percorsi si caratterizzano per creatività e originalità, ideati per consentire un’assimilazione diretta dei concetti.

La metodologia comprende il Meeting Estivo della Gestalt Esperienziale; le attività programmate durante il Mese della Ricerca e della Progettualità; Seminari interattivi dove apprendere la teoria e le tecniche; Workshop tematici; Simulate sulle competenze; Supervisione e formazione personale in gruppo.

La lezione interattiva

Le lezioni teoriche hanno lo scopo di trasmettere conoscenza e soprattutto formare sul metodo. I temi che si tratteranno rientrano tra gli argomenti generali e le aree specialistiche.

L’importanza dell’esercitazione

Sono previste esercitazioni mirate sulle abilità di counselling, al fine di strutturare al meglio l’identità del counsellor professionista avanzato.

La formazione personale

Il Master in Counselling prevede il percorso di formazione personale come supporto alla crescita e all’esplorazione delle proprie risorse.

Le attività esperienziali

È prevista una Palestra di Counselling, per esercitarsi mensilmente nei colloqui di counselling. La scuola prevede inoltre colloqui gratuiti, da effettuarsi presso la sede dell’Istituto.

Il tirocinio formativo

Il tirocinio è organizzato sulla base dei progetti formativi sviluppati durante il programma di formazione. La scuola mette a disposizione degli allievi una serie di attività e di laboratori durante il Summer Gestalt Training Esperienziale.

Ammissione

Per essere ammessi al Master in Counselling, l’allievo è tenuto ad inviare la propria candidatura e il curriculum vitae firmato alla segreteria didattica dell’istituto: segreteria@centroitalianogestalt.it. In alternativa è possibile inviare la propria candidatura compilando il modulo di richiesta informazioni presente in fondo alla pagina.

I candidati ammessi saranno contattati per effettuare il colloquio di ammissione che si terrà presso la sede dell’istituto. Durante il colloquio di ammissione il candidato potrà compilare la domanda d’iscrizione e richiedere tutte le informazioni necessarie.

Attestato

A fine biennio si consegue il Diploma di Counsellor Professionista.


Sede dei corsi

Milano – Corso Lodi n. 45

Roma – Via Barletta n. 29

Catania – Via Dalmazia n. 6

Alcamo (TP) – Via Pia Opera Pastore n. 59

Ispica (RG) – Via dei Fiori n. 8